Leggi prima di iniziare le guide con l'istruttore !


1) Per prima cosa è essenziale arrivare all’esame ben preparati. Banalità? Può darsi, ma se hai fatto un numero sufficiente di guide e hai ripassato per bene tutte le possibili domande che l’esaminatore può farti nella fase preliminare sei pronto e non hai nulla di cui preoccuparti!


 

2) Fidati del tuo istruttore di guida. Per lui sei pronto? Se non vuole mandarti all’esame non è perché vuole spillarti più guide e più soldi. Per l'istruttore non è solo una grande soddisfazione personale se superi l'esame, ma anche un ritorno di immagine per la sua attività, per cui ascoltalo e vedrai che affronterai la prova con la serenità che serve.




3) Affidati al tuo istruttore durante l’esame... può essere la tua ancora di salvezza: se stai per fare una stupidaggine ti può dare una mano a “riaccendere” il cervello, l’importante è saper cogliere i suoi piccoli e innocenti suggerimenti. Prendi come riferimento chi ti ha insegnato a guidare e l’esaminatore che è dietro le tue spalle non ti farà più paura.




4) Non farti intimidire. Qualche esaminatore potrebbe apparirti più duro ed esigente però rifletti un momento su questo: ha una grande responsabilità, perché è chiamato a dare un giudizio serio e oggettivo sulla tua abilità di stare sulla strada. Se sbaglia la sua valutazione mette in pericolo la tua incolumità e quella degli altri autisti e pedoni. Soprattutto non dimenticare mai che è una persona come te e che anche lui un po’ di “paura” ce l’ha visto che deve salire in auto con chi non conosce e che non sa come affronterà la “strada”.




5) Non è un esame che determina chi sei. “Chi soffre d'ansia da esame fa dipendere la sua autostima da un riconoscimento esteriore (un bel voto). Ossessionato dal risultato, lo studente ansioso, immagina che una cattiva performance possa fargli perdere la stima e l'approvazione dei genitori e degli amici” Davvero pensi che chi ti vuol bene sul serio si faccia condizionare da un tuo insuccesso? La risposta è NO e chi lo fa… meglio perderlo che trovarlo!




6) Guarda le cose dalla giusta prospettiva. E’ vero, l’esame di guida della patente è una cosa seria ed è normale che tu voglia toglierti il pensiero il prima possibile, superandolo al primo colpo, ma in fin dei conti sai anche tu che non si tratta di vita o di morte, vero? A volte un pensiero positivo come: “Comunque vada sarà un successo”, può alleggerire il modo in cui vivi la prova e darti la carica necessaria per affrontarla in maniera un pochino più spavalda e meno “terrorizzante”.



La vita è un esame continuo. Ogni giorno, senza nemmeno accorgertene, affronti e superi alla grande tantissime situazioni difficili. Concentrati su questo e sappi che un po’ d’ansia quando si è sotto esame è normale, la viviamo tutti, NESSUNO escluso.


La sfida vera non è superare gli esami, ma non farsi sopraffare dalla paura di sbagliarli.

Per cui, caro aspirante autista, un bel respiro, in bocca al lupo e fagli vedere chi sei… e se poi dovesse andar male ricordati che esiste il riporto di teoria per cui di possibilità ne hai un sacco. Coraggio!


AUTOSCUOLA LANCIANI DI LANCIANI GILDO & FIGLI S.N.C. - P.I. 00875350431